logo
banner

La Madonna, via diretta per arrivare a Gesù

Categoria: Articoli, Home | Data: 06 Giu 2017

Maria è la chiave che ci apre al mistero di Dio”. L’impegno che guiderà l’azione del frate minore Stefano Cecchin,  neo presidente della Pontificia Accademia mariana internazionale (Pami), sarà ripartire da un punto nodale per l’annuncio cristiano: la rievangelizzazione mariana della Chiesa. “La nostra istituzione – spiega il francescano in un intervista pubblicata da Avvenire – è un ente pontificio internazionale di collegamento tra tutti i cultori di mariologia, cattolici, ortodossi e protestanti”. Ma non solo. “Da anni la nostra azione di studio attorno al culto della Vergine – sottolinea – ci ha portato spesso a un ampio confronto con il mondo islamico e induista i cui credenti sono da sempre affezionati a questa figura evocata in molti dei Santuari cattolici sparsi per il mondo”.

Padre Cecchin sottolinea l’importanza della “presenza “ della Vergine come la Madre di Dio («dal greco la theotokos ») per la Chiesa cattolica e le Chiese ortodosse e di quanto la Madonna rappresenti il motore di numerose conversioni e di tanti ritorni alla fede di molte persone apparentemente lontane da Dio. Il  mariologo francescano spiega che nei suoi incontri e nelle sue lezioni fa  riferimento sostanzialmente a una mariologia biblica,  mettendo  al centro la figura di Maria di Nazareth all’interno dei Vangeli.

Attraverso questi incontri e utilizzando come metodo una chiave interpretativa biblica, molta gente, spesso sedotta e catturata dall’apostolato insidioso delle “sette protestanti” è riuscita, afferma Cecchin,  a riscoprire l’essenza della nostra religione e le radici giudaico-cristiane del nostro credere,molte persone sono così ritornate alla loro antica fede. Il francescano invita ad andare alla radice del messaggio mariano nella Bibbia, al ruolo giocato dalla Vergine nella vita di Gesù: dall’Annunciazione («il suo sì libero e disinteressato all’Angelo») alla visita alla cugina  Elisabetta, dal miracolo delle nozze di Cana al suo sostare ai piedi della Croce. “Penso che solo riprendendo i suoi gesti e le significative parole presenti nei Vangeli – spiega Cecchin – si scopre questa piccola verità: che “Maria è la Chiesa e la Chiesa è Maria”. Ella non solo è la prima creatura umana a entrare in relazione con Dio in modo intimo ma anche il mezzo privilegiato – e le apparizioni di questi secoli ce lo testimoniano – per “andare a Gesù” e “stare con Gesù”.

Quale segreto dunque per riprendere in mano la nostra fede? Stefano Cecchin risponde: “Credo che dobbiamo imparare ad avere e imitare la fede di Maria o ancora come direbbe san Giovanni Paolo II “amare Gesù con il cuore di Maria”.

RSS Lettura del giorno

  • 2019-01-17 - Commento di Giovedì
    La speranza cristiana. ||| Sperare oltre ogni speranza. È un sentimento umano che sgorga solo quando siamo animati da una fede in qualcuno o qualcosa che supera le ordinarie possibilità. La speranza del povero lebbroso, prostrato ai piedi di Gesù, in atteggiamento di supplica, è davvero ben riposta. Non sappiamo se egli abbia udito dal […]